Se non ora quando un paese per donne

Il 13 febbraio abbiamo riempito le piazze per difendere la nostra dignità di donne e riscattare l’immagine del Paese.

La mobilitazione ha contribuito a portare tante donne al governo delle città e a risvegliare uno straordinario spirito civico.

Ma sono solo primi segnali.

La fotografia dell’ultimo rapporto ISTAT ci conferma che l’immagine deformata delle donne, così presente nei media e nella pubblicità, è solo l’altra faccia della diffusa resistenza a fare spazio alla libertà femminile.

I dati ci dicono che le donne italiane studiano, si professionalizzano, raggiungono livelli di eccellenza in molti campi. Ma sono donne, vogliono esserlo, e questo basta, nel nostro Paese, perché non entrino nel mercato del lavoro (il 50% è senza occupazione) o perdano il lavoro, spesso precario, se scelgono di diventare madri.

Sembrava fino a ieri che dovessimo aver solo un po’ più di pazienza, che la società italiana, forse più lentamente di altre, avrebbe accolto la libertà femminile.

Ma così non è. Occorre prenderne atto.

Vogliamo difendere noi stesse, il nostro presente e il nostro futuro perché una cosa è chiara: un Paese che deprime le donne è vecchio, senza vita, senza speranza.

Mettiamo a punto le nostre idee. Rilanciamo, forti delle nostre diversità, un grande movimento. Stringiamo un patto per rendere le nostre voci più forti e autorevoli.

SE NON ORA QUANDO UN PAESE PER DONNE?

il 9 e 10 luglio, a Siena

Santa Maria della Scala

L’incontro è aperto anche agli uomini


4 commenti on “Se non ora quando un paese per donne”

  1. Simona scrive:

    perchè proprio Siena?

  2. MDS scrive:

    Ma in contemporanea anche in altre città come per il 13/02 passato?
    A Roma…?

  3. DEMOCRAZIAORA scrive:

    Solo le donne, che si battono per i diritti umani, potranno liberare il Medio Oriente dalle dittature fasciste e maschiliste. Solo le donne italiane potranno liberarci dalla miseria politica italiana e dai gerarchi fascisti avezzi a disprezzare e a sottomettere il demos et il gyné.
    Auspico delle azioni, manifest-azioni continue, ma anche delle iniziative politiche organizzate dalle donne. Non è sufficiente infatti scacciare questo governo osceno, ma bisogna immaginare il futuro di nuove politiche democratiche.

    Leggete e diffondete il Blog di “DEMOCRAZIAORA, se non ora quando?”

    Clicca qui : http://democraziaora.blog.kataweb.it/


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...